Uno dei ricordi molto forti della mia infanzia, è sulla vita di campagna che vivevo quando andavo a casa di mia nonna Jolanda. (Ne ho già parlato quando ho pubblicato la ricetta delle sue rose di primavera). Da accanita lettrice di fumetti di Walt Disney, mi sembrava di vivere come nella fattoria di nonna Papera.
 
Tra tutti i piatti tradizionali che cucinava, che allora da bambina schizzinosa, non destavano il mio interesse,  talvolta nonna Jolanda tirava fuori, come da un cappello di un mago, un piatto innovativo che mi stupiva.
 
E’ il caso di questa torta di mele.
Una torta di mele senza pezzi di mela, umida e morbida. Una delizia.
Purtroppo nessuno dei miei parenti aveva la ricetta, in quanto la nonna dosava gli ingredienti “a occhio”, come tutte le nonne.
Quindi, dopo qualche ricerca sul web e qualche prova, questa è quella che si avvicina di più a quel ricordo.
Credo però che sia impossibile uguagliare il sapore di un ricordo.
Mi accontento.
 
L’aggiunta delle amarene Fabbri è una mia variante. 
La ciliegina sulla torta.
Perchè  anche le amarene Fabbri mi ricordano nonna Jolanda, in quanto aveva una collezione di ceramiche bianche e blu delle amarene stesse, sulla sua credenza.
 
 
Ingredienti:
1 kg di mele Golden  tagliate a pezzetti, al netto degli scarti
80 g di zucchero
80 g di burro
semini raschiati da un baccello di vaniglia
250 g di farina 00
12 bustina di lievito per dolci
4 uova intere
 
Cuocere in una casseruola le mele con la vaniglia, lo zucchero e il burro, finchè non diventano una crema omogenea. 
Quando il composto è freddo unire le uova, una alla volta e la farina col lievito.
Amalgamare velocemente e versare in una tortiera quadrata 20 x 20  imburrata e infarinata.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 170° per 40 minuti circa.
 
Lasciare raffreddare e servire tagliata a cubotti accompagnata con amarene e il loro sciroppo.
 
 
Con questa ricetta partecipo al contest “La cucina italiana nel mondo verso l’Expo 2015” organizzato da Le bloggalline in collaborazione con Informacibo

Con questa ricetta partecipo al Contest di Tiziana del blog  Profumo di broccoli

Contest profumodibroccoli (1)

 

11 Comments on TORTA DI MELE CON AMARENE

  1. Le Bloggalline
    18 luglio 2014 at 19:09 (3 anni ago)

    Ti ringraziamo per aver condiviso con noi questo dolce ricordo ed averci regalato una ricetta preziosa, ricca d'amore e tradizione familiare 🙂 Quanto deve essere deliziosa questa torta?! 🙂 Grazie e in bocca al lupo! Vale.

    Rispondi
  2. paola
    19 luglio 2014 at 8:35 (3 anni ago)

    deve essere proprio buona,umida come piace a e,golosa e dolcissima con quel tocco in più dato dalle amarene,grazie per la ricetta,le foto e buon sabato

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      20 luglio 2014 at 18:08 (3 anni ago)

      Umida si, ma non dolcissima. Forse un po' di zucchero in più non guasta. Un bacio.

      Rispondi
  3. Elisa Betta
    19 luglio 2014 at 13:08 (3 anni ago)

    È proprio vero! La memoria conserva profumi e sapori legati a un momento felice, a un giorno particolare, all'infanzia o a una persona a cui vogliamo bene, ma molto spesso riprodurli è impossibile: rimangono solo nei ricordi, fino a quando un'aroma o un accostamento ce li riporta alla mente, forti e intatti come la prima volta! Proprio come la storia di questa torta stupenda!

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      20 luglio 2014 at 18:10 (3 anni ago)

      Grazie Elisabetta. I ricordi sono dolci ma anche amari. Come vorrei che le mie nonne ci fossero ancora!

      Rispondi
  4. Maria
    19 luglio 2014 at 13:15 (3 anni ago)

    CARA NATASCIA , COMPLIMENTI E' DAVVERO MOLTO INVITANTE DALLE FOTO SEMBRA BUONISSIMA ,UN PEZZETTO LO MANGEREI ADESSO , ………..UN ABBRACCIO

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      20 luglio 2014 at 18:12 (3 anni ago)

      E' buona si, ma molto molto semplice. Te ne invio virtualmente un assaggio. Ti abbraccio!

      Rispondi
  5. carmencook
    19 luglio 2014 at 20:37 (3 anni ago)

    Amo da morire i dolci di mele, soprattutto quelli dei ricordi!!
    Complimenti Natascia!!!
    Un caro abbraccio e buona domenica
    Carmen

    Rispondi
    • poesiedizuccheroefarina
      20 luglio 2014 at 18:15 (3 anni ago)

      Ciao Carmen, amo tutti i piatti dei ricordi. Ne ho altri, piano piano li pubblicherò. Un bacione.

      Rispondi
  6. Tiziana
    30 giugno 2015 at 22:27 (2 anni ago)

    Ciao Natascia, eccomi a leggere la tua ricetta e il tuo racconto.
    Quanto mi trovo d’accordo con te quando scrivi che le nonne dosavano ad occhio… e ogni volta era sempre un dolce nuovo!
    Devo provare questa torta, mi attira moltissimo.
    Grazie mille di aver partecipato al contest, mi fa davvero piacere. Corro ad inserire la tua ricetta con una delle tue bellissime foto.
    Buona serata e a presto,
    Tiziana

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *