_MG_9085

La madeleine  o petite madeleine  sono tipiche del comune di Commercy, nel nord-est della Francia, e in seguito si sono diffuse  in  tutta la nazione.
Le madeleine sono dei piccoli dolcetti soffici con una particolare forma a conchiglia, derivata dallo stampo in cui vengono cotte.  Le ricette tradizionali in genere includono gli ingredienti di base per qualunque dolce, ovvero farina, uova, burro, zucchero e  vaniglia.

_MG_9082

Antiche tradizioni, tramandate nel corso delle generazioni, fanno risalire il “nome” di questo dolce, al culto di Santa Maria Maddalena.
Altre fonti riportano che le madeleine sono chiamate così in onore di Madeleine Paulmier, una pasticciera del XIX secolo, altri nominano  Madeleine Paulmier come una cuoca vissuta nel XVIII secolo che aveva lavorato per Stanisław Leszczyński, il cui genero, Luigi XV di Francia, scelse il nome dei dolcetti in suo onore.
Fuori dal territorio francese sono forse più famose
   per l’associazione con l’opera di Marcel Proust “Àlla  richerca del tempo perduto” nella quale il narratore mangia una petite madeleine (o madeleinette) e questa risveglia in lui dei ricordi della sua infanzia.

_MG_9080

Sono dolcetti da tè, come tutti sanno. Ma sono ottimi anche con il tè freddo perchè molto morbidi o a merenda con il succo d’arancia per i bambini.
Rimangono soffici e morbidi anche per 4-5 giorni coperti da una campana di vetro.

Per fare le madeleine, oltre al classico stampo, occorrono pochi strumenti: una frusta a mano e un cucchiaio.
L’impasto si fa in anticipo e si lascia riposare in frigo per almeno un’ora. Si riempiono gli stampi e si cuociono subito nel forno. In questo modo, lo shock termico farà si che si formi la classica gobbetta.

5.0 from 1 reviews
Madeleines bicolori al cacao e vaniglia
 
Author:
Recipe type: Piccola pasticceria
Cuisine: Francese
 
Morbidi e deliziosi dolcetti da tè al cacao e vaniglia
Ingredients
  • Per 22 madeleines (secondo i miei stampi):
  • 150 g di farina 00
  • 150 g di zucchero semolato
  • 150 g di burro salato fuso
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia o i semini raschiati da 1\2 bacca di vaniglia
  • 60 g di cioccolato fondente fuso
Instructions
  1. Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria o in microonde.
  2. Setacciare la farina e il lievito insieme.
  3. Con la frusta a mano, sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.
  4. Incorporate il composto di farina, quindi il burro fuso intiepidito. Mescolate fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Dividetelo in due parti in due ciotole diverse.
  5. In una parte aggiungete il cioccolato fuso. Nell'altra la vaniglia.
  6. Mettete le ciotole nel frigo a riposare per almeno un'ora (anche 5-6 ore).
  7. Scaldate il forno a 200° modalità statica.
  8. Riempite gli stampini con una cucchiaiata di composto alla vaniglia e una di quello al cacao insieme. Potete mescolare leggermente i due composti con uno stecchino, per un'effetto più marmorizzato.
  9. Se avanza del composto e dovete fare più cotture per attendere lo stampo, rimettetelo in frigo.
  10. Infornate i dolcetti. Dopo 5 minuti abbassate la temperatura del forno a 180°. Cuoceteli in tutto circa 12 minuti o in base al vostro forno., finchè risulteranno dorate.
  11. Sfornatele, attendete qualche minuto prima di rimuoverle dagli stampi.
  12. Gustatele a temperatura ambiente.

 _MG_9086

 _MG_9083

5 Comments on Madeleines bicolori al cacao e vaniglia

  1. Claudia
    27 giugno 2016 at 13:51 (10 mesi ago)

    Pensa che le classiche.. dolci.. non le ho mai fatte!! Golosa questa tua versione.. baci e buon lunedì :-*

    Rispondi
  2. Babbi
    27 giugno 2016 at 13:54 (10 mesi ago)

    molto belle, anche io non mi ci sono ancora cimentata…chissà..

    Rispondi
  3. Andreea
    27 giugno 2016 at 15:17 (10 mesi ago)

    Una versione niente male, chi sa che delizie, immagino solo, visto che non li posso avere, se non virtualmente !

    Rispondi
  4. saltandoinpadella
    27 giugno 2016 at 17:28 (10 mesi ago)

    Che carine, è la prima volta che le vedo in versione bicolore.

    Rispondi
  5. Lucia Sarti
    3 luglio 2016 at 11:46 (10 mesi ago)

    Sono propio poesie le tue, parole, ricette ed immagini melodiose in questo spazio mi travolgono ad ogni clik!Traspare tanto amore e solo una persona favolosa poteva scrivere e cucinare così, non mi sbagliavo!Buona domenica, un bacione <3
    Lucia

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Rate this recipe: